Skip to content

Guida allo Studio

Informazioni per cittadini*e non-UE

Le seguenti informazioni sono per gli studenti internazionali regolarmente iscritti. Se hai bisogno di maggiori informazioni puoi volentieri contattare lo Student Support (study@unibz.it, +39 0471 012900).

Se sei uno studente di scambio queste informazioni non sono applicabili al tuo caso. Per eventuali domande puoi metterti in contatto con l’Ufficio Relazioni Internazionali:

PRENOTA UN APPUNTAMENTO CON IL TEAM STUDENT SUPPORT

Slide dell'info session delle Giornate delle Matricole (Bolzano)

Slide dell'info session delle Giornate delle Matricole (Bressanone)

Permesso di soggiorno

Secondo la normativa italiana, entro 8 giorni lavorativi dal tuo arrivo in Italia, dovrai aver presentare una richiesta di rilascio del permesso di soggiorno. Appena arrivato*a in Italia contatta lo Student Support dell'Università che ti fornirà tutte le informazioni per avviare la richiesta.

Per richiedere il permesso di soggiorno avrai bisogno dei seguenti documenti:

  • kit di richiesta (da ritirare presso un ufficio postale)
  • passaporto o altro documento equivalente valido che contenga il visto d'ingresso in Italia, se necessario
  • assicurazione sanitaria valida per richiedere cure in caso di malattia e/o infortunio*
  • contratto d'affitto o dichiarazione di ospitalità firmata dal proprietario

* Per avere maggiori informazioni sull'assicurazione sanitaria e per acquistarla online, consulta la sezione dedicata su questa pagina. Dopo aver acquistato l'assicurazione, potrai effettuare il login e scaricare il certificato e le relative informazioni sull’utilizzo.

Per richiedere il permesso di soggiorno, dovrai innanzitutto recarti all'ufficio postale della città in cui abiterai e ritirare il kit (una busta con una striscia gialla) che contiene il modulo di richiesta e i fogli di istruzioni.

Quindi dovrai prendere un appuntamento con lo Student Support. Sarai aiutato*a nella compilazione del modulo e verrà controllato che tutti i documenti allegati siano corretti. Inoltre ti verrà rilasciata la conferma di iscrizione.

Una volta compilato il modulo dovrai acquistare (in edicola) e allegare una marca da bollo da 16 €. Il modulo di richiesta e tutti gli allegati andranno poi consegnati allo sportello postale che provvederà a spedire la documentazione via Posta Assicurata il cui costo ammonta a 30 €.

Per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico dovrai versare ulteriori 30 €. Altri 40 € sono dovuti per soggiorni superiori a 90 giorni e fino a un anno. Questi importi vanno assolti tramite bollettino postale.

Riepilogo dei costi

  • Marca da bollo 16,00 €
  • Posta assicurata 30,00 €
  • Bollettino postale per il rilascio del
    • Permesso di soggiorno elettronico* 30,46 €
    • Permesso di soggiorno di durata superiore a 90 giorni e fino a un anno* 40,00 €

* Questi importi possono essere pagati con un unico bollettino da 70,46 €.

Una volta compilato il modulo di richiesta, dovrai consegnarlo all'ufficio postale da cui lo hai ricevuto.

L'impiegato dell'ufficio postale ti rilascerà la ricevuta attestante l'invio della documentazione sulla quale sarà indicata la data del tuo appuntamento in QuesturaConserva la ricevuta con cura, perché ti servirà per tracciare lo stato della tua richiesta sul sito web www.portaleimmigrazione.it.

Inoltre dovrai esibire questa ricevuta nel caso in cui venissi fermato dalla polizia. La ricevuta funge da permesso di soggiorno provvisorio e, in quanto tale, pone alcune limitazioni che il permesso completo non prevede. Nota bene che, nonostante le limitazioni, la ricevuta ha valore legale e ti consente di spostarti liberamente in Italia. Ti permette inoltre di tornare nel tuo Paese d’origine e di rientrare in Italia, purché questi viaggi vengano fatti attraverso la sessa frontiera (es. lo stesso aeroporto).

Sulla ricevuta sarà riportata la data del tuo appuntamento in Questura oltre che la lista degli ulteriori documenti da portare in tale occasione (4 foto identiche formato passaporto con sfondo chiaro, con la testa e il viso scoperti e con espressione neutra, ed eventuali altri documenti mancanti). Se è la prima volta che soggiorni in Italia, ti verranno prese le impronte digitali.

Dopo qualche tempo, ti verrà rilasciato il permesso di soggiorno elettronico: una smart card ottica con un microchip che contiene tutti i tuoi dati personali, la tua foto e le tue impronte digitali. Una volta ottenuto il permesso, ricordati di inviarne una copia alla Segreteria Studenti e Studentesse altrimenti non potrai sostenere alcun esame. Successivamente dovrai registrare la residenza presso il Comune in cui abiterai (maggiori informazioni sono disponibili nella sezione dedicata).

Una volta richiesto il permesso di soggiorno, non sarà più necessario che rinnovi il visto. Il permesso di soggiorno ha infatti molto più valore e consente di viaggiare nell'area Schengen per un massimo di 90 giorni e (nel corso della sua validità) permette di uscire e rientrare in Italia liberamente. Se hai domande, puoi volentieri contattare lo Student Support.

Rinnovo

Non dimenticati di rinnovare il permesso di soggiorno in tempo!

Non aspettare la data di scadenza ma richiedi il rinnovo con almeno 30 giorni di anticipo. Dovrai seguire la stessa procedura del primo rilascio. Ricorda però che per presentare la prima richiesta di rinnovo dovrai aver superato almeno un esame. A partire dal secondo rinnovo dovrai aver superato almeno due esami all'anno. Secondo la normativa italiana, è possibile richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno fino al 3° anno successivo alla durata normale degli studi (6 anni in totale per un corso di laurea, 5 anni in totale per un corso di laurea magistrale). Non sono consentiti ulteriori rinnovi.

Per presentare la richiesta di rinnovo prenota un appuntamento con lo Student Support. Ti aiuteremo a compilare il modulo, a controllare che siano allegati tutti i documenti necessari e ti rilasceremo la conferma di iscrizione.

Per presentare la richiesta di rinnovo è necessario allegare alla domanda anche:

  • un estratto conto attestante la disponibilità economica di almeno 6.079,45 €
  • una fotocopia del permesso di soggiorno in scadenza

Accordo di integrazione

Al tuo primo arrivo in Italia, oltre alla domanda di rilascio del permesso di soggiorno (di durata di almeno un anno), dovrai firmare presso la Questura il cosiddetto "Accordo di Integrazione". Tramite questo documento, il Governo ti garantisce sostegno nel processo di integrazione nel nuovo contesto culturale e linguistico. Da parte tua, entro due anni dalla firma dell'accordo, ti impegni a:

  • imparare l'italiano parlato raggiungendo almeno il livello A2;
  • acquisire un'adeguata conoscenza dei principi fondamentali della Costituzione italiana, dell'organizzazione e del funzionamento delle istituzioni pubbliche in Italia;
  • acquisire un'adeguata conoscenza dell'organizzazione e del funzionamento della vita civile in Italia, con particolare riferimento alla sanità, all'istruzione, ai servizi sociali, al lavoro e alle tasse;
  • rispettare le leggi sull'istruzione obbligatoria dei figli minori, se ne hai.

Il primo passo da fare per cominciare a integrarti è partecipare gratuitamente al corso di formazione sull'educazione civica e l'informazione sulla vita in Italia, della durata compresa tra le 5 e le 10 ore, offerto dal "Commissariato del Governo" di Bolzano.

Se riceverai l’invito al corso, entro tre mesi dalla firma del contratto dovrai partecipare a questo programma di formazione. L’invito arriverà tramite raccomandata dove troverai tutte le indicazioni in merito alla data e al luogo in cui si svolgerà il corso. Se non dovessi ricevere l'invito, non preoccuparti.

Se sei studente, potrai certificare la tua conoscenza della lingua italiana (a livello almeno A2) e della lingua tedesco (molto utile per vivere in Provincia di Bolzano) sostenendo gli esami di lingua organizzati dal Centro linguistico unibz.

Se

  • rispetti i termini e raggiungi i crediti previsti dall’accordo
  • raggiungi il livello minimo di conoscenza della lingua italiana e
  • una sufficiente conoscenza della cultura civica italiana entro due anni dal momento della sua firma

l'accordo sarà considerato rispettato e, se desideri, potrai prolungare il tuo soggiorno in Italia anche oltre la durata totale degli studi.

Codice fiscale

Il codice fiscale italiano è l’unico strumento di identificazione del cittadino nei rapporti con gli enti e le amministrazioni pubbliche. Se non ne hai fatto richiesta presso l’ambasciata o il consolato a te più vicino nel tuo paese di provenienza, il codice fiscale ti verrà rilasciato in occasione dell’appuntamento in Questura per il rilascio del permesso di soggiorno. Assicurati che il codice fiscal ti sia rilasciato come previsto.

Se avessi bisogno del codice fiscale prima dell’appuntamento in Questura (es. per richiedere il rilascio dell’abbonamento ai trasporti pubblici), potrai rivolgerti all’Agenzia delle Entrate con un valido documento di riconoscimento (passaporto o carda d’identità).

Puoi richiedere il codice fiscale:

Una volta ricevuto il codice fiscale dovrai inviarne una copia alla Segreteria Studenti.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Iscrizione anagrafica

La legge italiana prevede che tutti i cittadini extracomunitari residenti all'estero debbano registrare la propria residenza nella città in cui desiderano abitare non appena viene loro rilasciato il primo permesso di soggiorno. Ciò non significa che si debba rinunciare alla residenza nel proprio Paese.

Per registrare la residenza, dovrai prenotare un appuntamento con lo Student Support che ti aiuterà a compilare il modulo necessario e a controllare che tutti i documenti da allegare siano corretti.

La dichiarazione di residenza e il certificato che ti verrà rilasciato dagli uffici demografici sono un requisito fondamentale per poter fare richiesta di una borsa di studio nella Provincia Autonoma di Bolzano. È possibile richiedere una borsa di studio solo dopo almeno un anno di residenza certificata in Alto Adige. Per questo motivo è consigliabile registrare la residenza il prima possibile (dopo aver ricevuto il primo permesso di soggiorno).

Dovrai registrare la residenza ogni volta che il permesso di soggiorno verrà rinnovato, entro 60 giorni dal rinnovo del permesso. Inoltre, dovrai comunicare all’Anagrafe eventuali trasferimenti entro 15 giorni dal trasferimento.

Copertura sanitaria

Per ottenere il permesso di soggiorno avrai bisogno di un'assicurazione sanitaria. Generalmente le assicurazioni sanitarie private vanno bene. Tieni però presente che la data di scadenza del permesso di soggiorno coincide con quella dell'assicurazione sanitaria. Per richiedere un permesso di soggiorno di un anno, avrai dunque bisogno di un'assicurazione sanitaria valida un anno.

Una delle assicurazioni più convenienti è quella offerta dall'Associazione Welcome Italia. È possibile acquistarla online registrandosi sul sito web ufficiale e scegliendo tra un'assicurazione di 6 o di 12 mesi (rispettivamente al costo di 81 € e 130 €). Dopo aver acquistato l'assicurazione, è possibile effettuare il login e scaricare il certificato e le relative informazioni sull’utilizzo.

Acquista l'assicurazione WAI

Copertura sanitaria completa per cittadini extracomunitari

Nel caso desiderassi una copertura sanitaria non obbligatoria e avere un medico di base cui fare riferimento per l’intera durata dei tuoi studi, dovrai recarti presso l'Azienda Sanitaria Locale (ASL) per iscriverti al Servizio Sanitario Nazionale (SSN). In questo caso avrai bisogno dei seguenti documenti:

  • autocertificazione di immatricolazione
  • passaporto
  • codice fiscale italiano
  • permesso di soggiorno o ricevuta che ne attesti la richiesta di rilascio/rinnovo

inoltre, se sei assegnatario di una borsa di studio:

  • lettera che attesta che sei beneficiari di un sussidio.

A partire dal 1° gennaio 2024, come modificato dall'art. 1 comma 240 della Legge n. 213 del 30 dicembre 2023, l'importo da pagare per l'iscrizione all'assistenza sanitaria come studente o studentessa è di 700€.

Questi importi garantiscono la copertura sanitaria per un anno (dal 1° gennaio al 31 dicembre), non sono frazionabili e non sono retroattivi. Potrai inoltre usufruire della copertura sanitaria solo entro il periodo di validità del tuo permesso di soggiorno.

Se desideri ricevere maggiori informazioni in merito alla copertura sanitaria non obbligatoria, puoi contattare lo Student Support.

Aprire un conto corrente

Per poter gestire le tue finanze direttamente sul luogo di studio e per ricevere il versamento di un’eventuale borsa di studio, dovrai aprire un conto corrente in Italia.

La maggior parte delle banche propone conti speciali dedicati a studenti universitari e giovani – di norma il conto “giovani” è previsto fino ai 26 anni di età. Ti consigliamo di prendere visione dell’offerta delle banche e di aprire il conto corrente all’inizio dell’anno accademico.

Generalmente per richiedere l’apertura di un conto per studenti, oltre alla normale documentazione personale, è necessario presentare la Student Card. Se la banca dovesse richiederla, puoi scaricare qui un’autodichiarazione d’iscrizione all’università.

Borse di studio della Provincia Autonoma di Bolzano

Gli studenti extracomunitari possono richiedere una borsa di studio della Provincia Autonoma di Bolzano solo se in possesso di un permesso di soggiorno con validità prolungata o dopo 1 anno di regolare residenza (registrata) in Alto Adige.

Studio e lavoro

Se hai richiesto e ti è stato rilasciato un permesso di soggiorno per motivi di studio, puoi lavorare part-time per un massimo di 20 ore settimanali e di 1040 ore al massimo su base annuale. Una volta laureato, se avrai ricevuto una proposta di lavoro, potrai chiedere che il tuo permesso di soggiorno per motivi di studio venga convertito a permesso per motivi di lavoro. In questo modo otterrai uno dei posti stabiliti dal Decreto Immigrazione, emanato annualmente dal Governo italiano.

Per avere ulteriori informazioni, puoi contattare lo Student Support (study@unibz.it, +39 0471 012900) o prenotare un appuntamento con il team.